Liturgia et Musica

Il sito Liturgia et Musica nasce nel 2010, ed ha l'arduo scopo di presentare la materia liturgica del mondo cattolico e la musica (quella seria!) in genere. "Presentare in che senso?" vi starete chiedendo. Appunto... non è facile presentare la materia suddetta, sia perché è un campo immensamente vasto, sia perché oggi giorno di siti simili ce ne sono a bizzeffe... Eppure qualcosa di nuovo c'è, e penso possa interessare a molti. Questo sito è stato pensato
da chi l'ha voluto (ma anche da chi l'ha costruito) come un punto di riferimento per la liturgia e la musica, e va quindi al di là ad esempio della specificità della forma di un rito (come avviene per tanti siti nati negli ultimi anni). Perché? L'intento è quello di seguire gli insegnamenti perenni della Chiesa in materia liturgica (della vera Chiesa, badate, non di quegli uomini che si fanno prendere dal prurito delle novità) dall'inizio fino ad oggi, senza interruzione, e della buona e sana musica, che oggi si sente sempre meno di frequente e alla quale la Chiesa è stata ed è guida incontestata. A ciò aggiungerei anche l'Arte Sacra che come la musica gioca un ruolo di primo piano nel contesto liturgico (e che oggi come la musica è in caduta libera dal punto di vista qualitativo). La Chiesa ci parla attraverso il Magistero del Vicario di Cristo, il quale sicuramente ha tanto da dire in materia di Liturgia e Musica. Se poi quel Vicario di Cristo è Sua Santità Benedetto XVI, al quale e dal punto di vista liturgico e dal punto di vista musicale o artistico in genere, dobbiamo riconoscere una sensibilità fuori dal comune, la sua parola risulta comprensibilissima e vicina alle esigenze della Chiesa e dell'umanità di oggi. Al di là della sensibilità, comunque, si tratta del Papa, ed è chiaro che se siamo pecorelle, dobbiamo seguirne, anzi intuirne e precederne, la direzione e i desideri. Invece ci sono alcuni benpensanti che fanno finta di ignorare, per non dire disprezzano, ciò che con sapienza ispirata il Sommo Pontefice indica e insegna. Per farci una risata, dovremmo qui parlare di mancato aggiornamento da parte di chi dell'aggiornamento ne ha fatta la bandiera per quarant'anni. Battute a parte e ritornando a ciò che dicevamo prima, lo scopo del sito è quello dunque di sostenere gli insegnamenti, gli intenti e i desideri del Santo Padre, perché è facile rendersi conto dell'atmosfera di sospetto per non dire di biasimo nei confronti del Successore di Pietro. Per non parlare del rinnovamento di cui la Chiesa ha oggi tanto bisogno, visto il bassissimo livello raggiunto all'interno delle nostre chiese a livello planetario, direi, in campo liturgico e musicale. Di chi (o di che cosa) è la colpa? Ecco, se ti stai facendo questa domanda, allora hai scelto il sito sbagliato: "404 error: page not found". A noi interessa sostenere il Santo Padre e seguirlo senza stare a preoccuparsi troppo del passato, che è passato. Detto questo mi sembra che sia abbastanza chiaro lo scopo, e anche l'aria che tira tra le pagine di questo sito. Nulla di eccezionale, mi pare. Non ci aspettiamo di cambiare il mondo pubblicando un post su quante candele bisogna usare nelle solennità o quali sono le tonalità più adatte nel suono dell'organo e nel canto per i momenti di festa o se nella pronuncia del latino ecclesiastico la H si pronuncia o no... Né pretendiamo di essere la voce ufficiale della Chiesa, perché non siamo ispirati (almeno io) come lo è il Papa quando parla ex cathedra nelle materie a lui competenti. D'altronde in questa materia c'è poco da interpretare; per giunta con un pizzico di buon senso, ma spesso oggi manca pure quello, non si può che seguire la retta via. Piuttosto fare chiarezza ed essere strumento di diffusione di tutto ciò che è nella direzione che dicevamo prima, questo è lo scopo. E allora non rimane  che darsi da fare perché il lavoro non manca! Buona navigazione.
L'Amministrazione di Liturgia et Musica

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna